Nomadi – Dove si va

Dove si va

Do sol re mi-

do

Sai, 

              sol        re

scriverti una lettera, 

             mi-

non è una cosa facile.

Sai, mi sento così fragile,

le bombe non ti ascoltano.

do

Ma, 

              la-

questa guerra non mi cambierà

re

mai.

Do          la-

Dove si va, come si fa,

mi-

a stringere la vita

                       re

intanto fuori scoppia la notte.

Do          la-

Dove si va, come si fa,

mi-

se vivere da queste parti

                 re

e come tirare a sorte.

Sai, il tempo è scivolato via,

ma non’è stato tutto inutile.

Io, saprò vederti crescere,

è una promessa che non mancherò.

E poi,

ancora un altro giorno nascerà,        

per noi, noi.

Dove si va, come si fa, a stringere la vita

intanto fuori scoppia la notte.

Dove si va, come si fa, se vivere da queste parti

e come tirare a sorte.

do

E non riesco più a sorprendermi,

la-                                        mi-   re

della follia che danza intorno a me.

do

E penso che dovrei difendermi,

la-

ma è più difficile combattere,

mi-

se il pianto di una madre no,

                    re

non può salvare la notte, la notte.

Dove si va, come si fa,

a stringere la vita intanto fuori scoppia la notte.

Dove si va, come si fa,

se vivere da queste parti

e come tirare a sorte.

Dove si va, come si fa,

a stringere la vita

intanto fuori scoppia la notte.

Dove si va, come si fa,

se vivere da queste parti

e come tirare a sorte.

Sai, scrivere una lettera,

non è mai stato facile.

Nomadi – Dove si vaultima modifica: 2007-09-30T17:25:00+02:00da aprudenzano
Reposta per primo quest’articolo